Facebooktwittergoogle_pluslinkedinyoutube

Articoli

image_pdfimage_print

EL HOMBRE FELPUDO

Tradotto dal castigliano significa l’uomo zerbino. Andiamo per gradi. Fino a qualche anno fa, soprattutto in Italia, se si pensava alla Spagna si immaginava il paese dei toreri, degli uomini macho e dei passionali ballerini andalusi di flamenco. Nel resto del mondo la maggior parte delle donne delle altre nazioni, dopo ad un italiano, ha sempre sognato di sposarsi con uno spagnolo, magari un andaluso prestante, caliente e sanguigno. Questo luogo comune tuttora sussiste, soprattutto nelle persone (soprattutto di sesso femminile) che mai sono state sino ad oggi in Spagna e idealmente immaginano che la popolazione spagnola abbia le…

I DUE GIARDINI

Nella Terra del Sol Ridente, due giovani fratelli, Aristarco e Timoteo, ereditarono dal defunto padre un’antica proprietà fondiaria in una zona di campagna costituita da due singole magioni, praticamente quasi identiche, ognuna con annesso un ampio giardino che girava tutto attorno le cinta perimetrali di ogni proprietà. La disposizione delle due magioni si può dire che era sostanzialmente speculare nel senso che le due proprietà erano una fronte stante all’altra, ciononostante entrambe erano piuttosto distanti l’una dall’altra in forza della copiosa quantità di terreno che era di pertinenza al giardino di ognuna. Senza volerlo neanche fare apposta vi era…

HARD YIELD

Durante la prima metà del 2016, il Presidente della Federal Reserve, Janet Yellen, ha coniato per la prima volta la dicitura “New Normal” su cui in passato abbiamo già investigato. Sostanzialmente si è trattato di inventarsi qualcosa da offrire soprattutto alla stampa finanziaria per giustificare il livello dei tassi di interesse e la loro possibile evoluzione nel corso degli anni successivi. Con questa dicitura la Yellen ha voluto dire diplomaticamente che i tassi di interesse a cui eravamo abituati qualche anno fa, quando prestavamo denaro ad una nazione considerata molto solvente (rating AA o AAA) rappresentano un passato che…

ORDINE E DEMOCRAZIA

Sin dal primo percorso scolastico che attende un bambino durante il corso della sua formazione giovanile si impara a dare un connotato negativo alla parola “aristocrazia” nel senso che dai sussidiari alle spiegazioni che propone generalmente il corpo docente a questa parola viene associata un’immagine aberrante e controproducente. Ricordo come anche ai tempi del liceo il termine aristocrazia veniva associato impropriamente con la ricchezza e la nobiltà tanto che generalmente si traduceva il concetto di aristocrazia con il governo dei nobili ricchi. Pertanto chi studiava e si stava formando riceveva questo primo imprinting elementare: ricordate che quando sentirete la…

BITCOINMANIA

Uno dei più gratificanti conforti professionali che ho ricevuto in questi ultimi anni è stata l’esternazione la scorsa settimana di Jamie Dimon, CEO di JP Morgan, che ha sentenziato come il Bitcoin sia una delle più grandi frodi finanziarie che si stanno perpetrando e come rappresenti un esempio di bolla finanziaria superiore addirittura a quella dei Tulipani, andata in scena durante la prima metà del 1600. Uno dei miei redazionali più letti in questi ultimi tre anni è stato proprio Inside Bitcoin pubblicato il 1 Giugno di quest’anno in cui si menzionava per analogia l’ascesa della criptomoneta più conosciuta…

SINDROME FOMO

Ritorno su un argomento di natura socioeconomica che ormai è diventato l’essenza di questa epoca. Situazione: sono in treno e di fianco a me si siede una ragazza, penso appena ventenne, con la solita postura clichè da pariolina ossia borsetta di marca (presunta) sul braccio sinistro e luxury smartphone (evito di dire il modello) saldamente sulla mano destra. Stavo leggendo una rivista per i fatti miei, tuttavia dopo qualche dozzina di minuti la mia attenzione sulla lettura si è affievolita. Ho infatti iniziato a notare che con una cadenza di circa due minuti questa ragazza andava a controllare qualcosa…

DANKE BREXIT

Ormai è passato più di un anno dal referendum consultivo del 23 Giugno 2016 con il quale si chiese alla popolazione britannica se desiderava uscire dall’Unione Europea. Si pensava che le sorti dell’Unione Europea ormai avessero i mesi contati soprattutto in vista delle presidenziali francesi l’anno successivo, si pensava che il Regno Unito avrebbe potuto fare un salto quantico grazie alla rottura con le autorità sovranazionali europee, si pensava che Londra avrebbe messo il turbo diventando una nuova piazza finanziaria offshore per i ricchi europei, si pensava che il Regno Unito con la propria sterlina desse dimostrazione al mondo…

EUROPATETICI

Avete mai pensato a che cosa hanno fatto a Raqqa i leaders ed i combattenti dell’ISIS successivamente all’attentato di Barcellona ? Soprattutto dopo la risposta che hanno dato i catalani per voce del sindaco di Barcellona, Ada Colau ed il presidente della Comunità Catalana ? Stanno ancora ridendo in Siria e dintorni. Ridendo proprio di gusto. Facciamo il focus: una delle città europee più conosciute e visitate da tutto il mondo viene brutalmente e drammaticamente colpita da un ennesimo atto di terrorismo a matrice islamica mediante lo schema dell’auto ariete rubata. Che cosa fa allora il sindaco ? Indice…