Vai agli altri articoli

image_pdfimage_print

VENEZUELA BONDS

Tra i paesi che sono al mondo più a rischio di default troviamo al primo posto il Venezuela, non è una novità questo dato, il paese sudamericano guidato da Maduro si vanta di questo primato da numerosi anni. Il Venezuela detiene anche il record di economia più miserabile del mondo, tale ulteriore primato viene assegnato alla nazione che detiene il Misery Index più elevato in assoluto, quest’ultimo è rappresentato da una variabile macroeconomica che somma algebricamente il tasso di inflazione con quello di disoccupazione. Tanto per dare un metro di paragone, al secondo posto in questa graduatoria della miseria…

LA LEZIONE SPAGNOLA

La stampa nazionale sta seguendo con molto interesse lo scenario politico italiano in quanto vi sono delle curiose similitudini con quanto accaduto da loro più di due anni fa ricordiamo infatti quasi nove mesi di stallo politico con addirittura una seconda elezione a distanza di sei mesi dalla prima. Anche la Spagna ha espresso ingovernabilità durante la famosa elezione politica di fine 2015 al grido di Hemos Hecho Historia di Antonio Rivera, leader di Ciudadanos, tanto che si coniò in quell’epoca l’espressione colorata di italianizzazione del congresso, riferendosi ad un nuovo arco costituzionale che per la prima volta esprimeva…

I TRE PILASTRI

La nuova dialettica politica che è scaturita dalle recenti elezioni politiche in Italia si dibatte su due temi socioeconomici principali mediaticamente enfatizzati dalle due forze politiche che si contendono la leadership di governo: sto parlando di pensioni e sussidi di disoccupazione. Abbassare l’età pensionabile da una parte ed innalzare i meccanismi di assistenzialismo giovanile dall’altra. Chiaro che chi ha ricevuto molto consenso ha fatto leva su queste promesse o ipotesi di azione sociale. Chi voterebbe infatti un partito che sostiene l’allungamento dell’età pensionabile e la riduzione (sostanziale e temporale) dei sussidi di disoccupazione. Nessuno. Il partito invece che decidesse…

CARDANO E STELLAR

Durante il primo trimestre di quest’anno abbiamo potuto assistere ad una mutazione genetica di tutta la capitalizzazione mondiale delle criptovalute. Dopo i massimi raggiunti durante i primi giorni del 2018 con oltre 800 miliardi di dollari la capitalizzazione mondiale è sostanzialmente crollata in alcune settimane sino a 250 miliardi raggiunti ad inizio aprile. Ricordiamo come in parallelo la regina delle criptovalute è collassata dal record storico di 20.000 dollari al minimo relativo di quasi 6.000 dollari. Tutte le criptovalute si sono sgonfiate con una percentuale simile o peggiore. Da aprile tuttavia qualcosa è cambiato. Da quei livelli di minimo…

LA PROSSIMA NETFLIX

Se aveste investito nel 2002 una cifra ridicola, diciamo 500 dollari, durante i primi giorni di quotazione di Netflix, a distanza di quindici anni vi ritrovereste con una performance ineguagliabile. Quei pochi dollari infatti si sarebbero infatti trasformati in oltre 150.000 dollari. Già solo dopo alcuni anni l’investimento iniziale si era rivalutato del 400%. Naturalmente stiamo parlando di una delle aziende che oggi si sono convertite in leader di mercato, capaci di aver anche modificato i bisogni del mercato creando al tempo stesso un nuovo modello di business. Netflix è presente in tutti i portafogli dei fondi di investimento…

THE COMPOUNDING EFFECT

Ha manifestato molto più interesse di quanto potessi immaginare il redazionale dello scorso mese incentrato sull’analisi degli ETF e delle loro tipiche caratteristiche in qualità di strumenti finanziari regolamentati. Dalle email ricevute durante le settimane successive è emerso un quadro piuttosto sconfortante: la maggior parte di quelli che investono in ETF non ha minimamente idea in che cosa stia investendo. Semplicemente ha riversato parte del proprio patrimonio in tipiche posizioni buy and hold (come un cassettista) mediante il ricorso ad un basket selezionato di ETP (termine che definisce genericamente gli exchange traded product a sua volta suddivisi in ETF,…

WORLD TRADE WAR

Da inizio anno l’indice americano ha subito una correzione di quasi il 10% passando dagli oltre 2850 punti agli attuali 2600: non è stata la minaccia di un ritorno aggressivo dell’inflazione a cui sarebbe successivamente avvenuta una revisione delle politiche monetarie ad avviare il downtrend, quello su cui tutto sommato si confidava e temeva durante la fine del 2017. Nemmeno lo scandalo Cambridge Analytica o il cambio di outlook sul business model di Tesla hanno significativamente modificato il mood dei mercati, infatti le paure principali oggi sono incentrate universalmente parlando sulle nuove restrizioni doganali imposte dal Governo Trump nei…

BITCOIN GAME OVER

Finita ormai da tempo la favola del nuovo mondo incantato. La realtà è sotto gli occhi di tutti, dissimulare o far finta che non sia accaduto niente dimostra disonestà intellettuale oltre che cialtroneria finanziaria. Nonostante questo, qualche imbonitore dal passato fosco e fallimentare continua a raccontare che il Bitcoin è il nuovo Graal e che con esso inizierà un nuovo mondo finanziario. Facciamo il punto su una delle più grandi bolle finanziarie della storia del capitalismo moderno. Il Bitcoin ha intrapreso una lenta e progressiva strada di ridimensionamento delle quotazioni, dopo lo storico e folle record dei 20.000 dollari…

UOMINI E DONNE

Se vivete in Spagna come italiani vi capiterà molto spesso di scontrarvi con donne e ragazze spagnole della vostra età o addirittura più giovani che vi accuseranno in senso trasversale di essere maschilisti. Questo solo perchè siete italiani. Come già scritto in altro recente post, in terra iberica gli italiani hanno la nomea di essere maschilisti. Per default, senza se e distinguo. Se parlate invece in Italia con una donna o ragazza dichiaratamente femminista, le argomentazioni che queste generalmente apportano durante una discussione sul mondo del lavoro per ostentare differenze tra uomini e donne sono patetiche ed in taluni…

IL PARADIGMA MONDIALE

In sociologia si utilizza il termine paradigma per rappresentare un modello di riferimento o anche un insieme di regole che si utilizza per soluzionare determinati problemi. In ambito macroeconomico possiamo dire che stiamo assistendo alla nascita di un nuovo paradigma mondiale ossia la formulazione di nuovi enunciati che ci consentano di spiegare l’evoluzione della realtà a noi circostante. Ovviamente parliamo di realtà economica e socioeconomica. Partiamo come sempre per gradi: nonostante la turbolenza finanziaria che ha caratterizzato i mercati azionari (ed anche quelli del mondo cripto) ad inizio anno che ha esacerbato l’animo degli operatori di borsa, per il…