Vai agli altri articoli

LE BALENE DEL BITCOIN

Tra poche settimane si celebrerà il decimo anniversario dalla prima transazione in Bitcoin avvenuta ad inizio 2009, mentre come è ormai risaputo la nascita progettuale della criptovaluta più famosa al mondo si manifesta misteriosamente dopo qualche settimana il fallimento di Lehman Brothers. Su questo precedente redazionale viene raccontata la storia del primo blocco minato e di come dietro a questa vicenda storica vi siano ancora lati oscuri che dovrebbero far riflettere sugli effettivi ideali cui il Bitcoin e la sua tecnologia dovrebbe difendere e tutelare. La blockchain è sicuramente una straordinaria opportunità di progresso ed innovazione tecnologica, tuttavia una…

PORTUGAL GAME OVER

Tra il XV ed il XVI secolo il Portogallo è stata la nazione più potente e ricca del mondo, la sua fortuna è stata la posizione logistica che poteva vantare ossia la più occidentale delle nazioni del Vecchio Continente oltre alla ubicazione strategica dei suoi porti (al di fuori del bacino mediterraneo) che consentirono lo sviluppo di rotte commerciali quasi in regime di monopolio. Il nome della nazione deriva infatti proprio da una località portuale ossia Portus Cale, quest’ultima antico porto mercantile durante la dominazione romana, successivamente è diventata la moderna città di Porto. Cristoforo Colombo si rivolse dapprima…

WE FIGHT FOR AFRICA

Mentre gli europei pateticamente guardano all’Africa come una terra di minaccia per le invasioni barbariche che da essa vengono genialmente programmate e supportate dall’establishment sovranazionale, la Cina sta mettendo in opera una progressiva campagna di colonizzazione con l’obiettivo di vincere nei confronti di USA ed Europa. Ne abbiamo fatto menzione anche in precedenti redazionali, i prossimi 25 anni saranno cinesi, il mondo sarà cinese e presto anche l’egemonia sull’economia mondiale. Per fare questo si deve immaginare il dominio del mondo come una partita a scacchi dove ogni mossa è studiata per giungere allo scacco matto, spesso anche confondendo volutamente…

ASPETTANDO IL DOWNGRADE

Tra qualche giorno avremo cognizione di causa per conoscere e comprendere il destino avverso cui dovremmo far fronte come risparmiatori ed investitori italiani. Purtroppo il 2018 sembra volgere alla fine rispolverando ataviche paure che sempre sono state poco considerate in quanto esagerate o poco credibili. L’eventuale e possibile downgrade del debito italiano al primo scalino dello speculative grade da parte di Standard&Poor’s atteso entro questo sabato. Già abbiamo visto che cosa ha prodotto la revisione diplomatica e ben sperante di Moody’s lo scorso sabato la quale tuttavia ha confermato il livello di investment grade (anche se si tratta dell’ultimo…

EMERGENTI RISK OFF

Tra il 12 ed il 14 Ottobre si è svolto il consueto Annual Meeting del Fondo Monetario Internazionale che si è tenuto a Bali in Indonesia: come ogni anno l’intento dell’incontro è delineare quali saranno le possibili evoluzioni dell’economia mondiale soprattutto a fronte dei nuovi recenti scenari internazionali. L’economia mondiale cresce ad un ritmo con impulso superiore rispetto a quello del 2017: negli Stati Uniti, in Germania ed in Giappone la disoccupazione ha raggiunto i livelli più bassi dall’inizio della crisi finanziaria del 2008. Tutte le grandi banche internazionali oltre che essersi rafforzate sono tornate a concedere credito. I…

EL PETRO COIN

Proprio un anno fa Nicolas Maduro gridava al mondo intero che presto il Venezuela avrebbe lanciato una propria criptomoneta denominata Petro (PTR) garantita dalle ricchezze del paese sudamericano (petrolio, oro e diamanti) in modo da aggirare l’embargo finanziario imposto dagli Stati Uniti. Il Petro è stato lanciato ufficialmente in prevendita mediante ICO durante il mese di febbraio di quest’anno ad un valore di 60 dollari americani per un totale complessivo di 100.000.000 unità di moneta: le prime sottoscrizioni si narra siano state effettuate proprio da investitori finanziari internazionali, considerando che comunque 1/5 della massa complessiva viene detenuto per ovvie…

INVESTIRE IN RODIO

Si ha spesso notizia di furti di cavi di rame o in taluni casi addirittura delle grondaie delle abitazioni, la finalità di queste attività truffaldine (fatalità sempre ad opera di bande specializzate di ladri provenienti dai paesi dell’Est Europa) è rivendere il metallo industriale nel mercato nero ricavandone peraltro discreti profitti. Meno conosciuto a livello mediatico è invece il furto delle marmitte catalitiche delle automobili parcheggiate all’aperto nelle grandi aree metropolitane. Questa moda ha iniziato a prendere piede da qualche anno, soprattutto nei confronti delle autovetture di fabbricazione asiatica (Giappone e Korea del Sud). I lestofanti in questione individuano…

ALLARME PENSIONI IN GERMANIA

In Italia oltre undici milioni di pensionati hanno una rendita pensionistica mensile di importo inferiore ai 750 euro: rappresentano quasi i 2/3 di tutti i soggetti che ricevono un trattamento previdenziale a fronte di contribuzione versata o di assistenza sociale (in totale abbiamo a fine 2017 oltre diciotto milioni di pensionati). Quante volte abbiamo udito durante un talk show in Italia che la metà dei pensionati italiani ha una pensione mensile inferiore ai mille euro ed in parallelo che il nostro Paese vanta la percentuale di spesa più elevata se rapportata al PIL proprio per la spesa pensionistica, oltre…

LA FAT TAX

L’Italia in questo momento storico avrebbe più bisogno della fat tax che della tanto decantata flat tax proprio con il fine di modificare la fiscalità diffusa e rendere più sostenibili i costi della spesa sanitaria. Andiamo per gradi, la fat tax (anche health tax) rappresenta un’imposta che colpisce sia direttamente che indirettamente il contribuente al fine di conseguire un duplice obiettivo: incentivare il perseguimento di un peso forma ideale mediante una tassa che è direttamente proporzionale al livello di obesità personale e disincentivare l’acquisto di cibi e bevande che sono principali responsabili dell’obesità soprattutto infantile attraverso l’applicazione specifica di…

IL DECENNIO DELLA PAURA

Secondo la dottrina economica classica, il capitalismo senza il fallimento economico non potrebbe nè esistere e nè tanto meno svilupparsi ed evolversi. Quante volte abbiamo avuto notizia della distruzione creativa soprattutto in questi ultimi anni: falliscono le persone, le imprese ed anche per assurdo le nazioni, tuttavia proprio il fallimento consente la rigenerazione e la purificazione del sistema economico che ha condotto allo shock finanziario. Questa regola vale per tutti gli attori economici, tranne che per le istituzioni bancarie, considerate il sistema circolatorio dell’economia globale. Si compie il decennale della Grande Crisi economica del Nuovo Millennio: il 15 Settembre…