Articoli

(Visited 341.414 times, 114 visits today)

L’AVVENTO DI LIBRA

Che fine farà la criptosfera con l’avvento di Libra ? Quali sono i rischi nel detenere asset digitali a fronte del lancio mediatico della global coin ideata da Facebook & Company ? Andiamo per gradi e proviamo a dare alcune chiavi di lettura alle preoccupazioni principali che ora hanno chi investe in asset digitali conosciuti come il Bitcoin ed il Litecoin e meno noti come Nano e Iota. Partiamo dicendo che Libra sarà una stable coin, quindi non avrà la tipica volatilità che hanno invece le criptovalute: questo significa che investire in Libra non produrrà nessun profitto e tanto…

BITCOIN E CFD

Durante i primi mesi del 2019 abbiamo visto il Bitcoin scendere sino a quasi 3000 dollari dopo un 2018 pesantemente negativo. A quel prezzo la discesa si è fermata soprattutto per ragioni più tecniche che macroeconomiche, infatti i venditori erano diventati sostanzialmente assenti, non vi erano più grandi importi di Bitcoin in vendita, segnale questo che non ha tardato a manifestare le sue conseguenze pratiche. Lentamente i prezzi si sono stabilizzati, la volatilità si è appiattita ed il denaro è iniziato a ritornare: sono arrivati infatti gli smart investors. Con questo termine si identificano gli attori economici che hanno…

THE CRYPTO WINTER IS OVER

Michael Novogratz, amministratore delegato di Galaxy Digital, la più grande merchant bank al mondo che investe istituzionalmente in asset digitali, durante una recente intervista su Bloomberg ha affermato che il crypto winter è terminato. Lo ha seguito a ruota, confermando questa view di mercato, anche Thomas Lee, Head of Research di Fundstrat Global Advisors, quest’ultima tra le più prestigiose società di analisi finanziarie indipendenti che offre servizi di consulenza e gestione patrimoniale a clienti istituzionali come fondi pensione e fondi di investimento tradizionali. Secondo queste due voci molto autorevoli nella criptosfera, il periodo ribassista che ha caratterizzato tutte le…

DUBBI FINANZIARI

Anche quest’anno con l’estate alle porte ho raccolto ed analizzato la consueta hit parade dei dubbi finanziari che assillano la mente dei piccoli investitori e risparmiatori italiani. Partiamo pertanto da inizio d’anno e cerchiamo di fare un resumè esaustivo di quanto è accaduto e di quali nubi all’orizzonte si stiano avvicinando nonostante la prossimità dei caldi mesi estivi. Durante la fine del 2018 è andato in scena un pesantissimo sell-off sui mercati azionari ed obbligazionari che ha di fatto prodotto una debacle per il risparmio gestito mondiale: comparti finanziari alternativi o market neutral che erano stati sbandierati ai quattro…

TURCHIA LA DO VIA

Rappresenta un tema di investimento che sta arrecando diversi dispiaceri preoccupazioni a decina di migliaia di investitori italiani che hanno investito in obbligazioni sovranazionali emesse in lire turche. I tre emittenti sovranazionali principali sono BEI (Banca Europea degli Investimenti), EBRD (Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo) ed infine la World Bank (Banca Mondiale), si annoverano nelle loro emissioni presenti e passate dozzine e dozzine di prestiti obbligazionari emessi in lire turche, che hanno attirato l’attenzione dei piccoli investitori anche italiani in quanto consentono di avere la massima garanzia sulla solidità del debitore (Rating AAA), interessi a tasso…

LE ORIGINI DELLA XENOFOBIA

Negli ultimi due anni in Italia, ma anche in altre nazioni europee, la quasi totalità della narrativa politica all’interno dei contenitori mediatici nazionali si è incentrata sul tema della xenofobia, quest’ultimo richiamato sempre più spesso dai giornalisti radical chic per vituperare qualsiasi ideologia politica che non sia in sintonia con il main stream della sinistra progressista. Quando non si è in grado di contestare dialetticamente qualsiasi pensiero di ideologia liberale che faccia comprendere quali siano le effettive conseguenze di una immigrazione di massa non qualificata ecco pronta la risposta da parte del conduttore o del moderatore televisivo: lei è…

PROFESSIONE EDUTUBER

Si legge sempre più spesso nei media nazionali che entro dieci anni (se non addirittura prima) oltre la metà delle attuali professioni e mestieri è destinata a essere sostituita dall’intelligenza artificiale con tutte le sue varianti o peggio addirittura a scomparire. Chi dovrebbe preoccuparsi in prima battuta di questa metamorfosi epocale del mercato del lavoro dovrebbero essere i genitori con figli in età adolescenziale per cercare di indirizzarli verso percorsi di formazione professionale ed accademica il più possibile sensati. Questo è quello che dovrebbe accadere, quello che vedo invece sono genitori che assecondano ed in taluni casi addirittura giustificano…

TU CHE LAVORI IN BANCA

Durante il XVIII secolo il traino all’economia mondiale era prodotto principalmente dal settore tessile basato su piccole e modeste manifatture artigianali che utilizzavano soprattutto lavoratori a domicilio con la formula del lavoro a cottimo: chi lavorava riceveva una paga direttamente proporzionata al numero di capi confezionati. Tali opifici artigianali si occupavano di tre distinte operazioni nel campo del settore tessile ossia cardatura, filatura e tessitura: per poter fare questo, numerose fabbriche tessili venivano edificate ai bordi dei fiumi in modo da poter sfruttare la forza motrice dell’acqua per azionare i filatoi. L’ingresso sul mercato verso la fine del 1700…