Vai agli altri articoli

ETEROFOBIA

Come menzionato all’interno di altri precedenti editoriali, il momentum demografico della popolazione umana rappresenta la priorità mondiale da disinnescare. Questo almeno secondo le elite che stabiliscono quale road map debba intraprendere il genere umano nel prossimo futuro. Tuttavia questa priorità non deve in alcun modo essere ostentata e celebrata dai media asserviti alle elite sovranazionali in quanto la soluzione logica, razionale e naturale a questo assunto mondiale sarebbe difficile da spiegare anche sul piano politico e religioso oltre che farlo accettare sommessamente alle masse. In un mondo in cui ogni cinque giorni la popolazione mondiale aumenta al netto delle…

DEMOGRAPHIC TRANSITION

Alla data di pubblicazione di questo articolo la popolazione mondiale umana è stimata essere di quasi 7 miliardi e 700 milioni di persone, i primi tre mesi dell’anno è cresciuta di quasi 21 milioni di persone: in sostanza è come se si fosse aggiunta una seconda Romania dal punto di vista demografico. Ricordiamo ancora una volta che i principali motori di crescita demografica del pianeta sono Pakistan, Nigeria e Bangladesh, rispettivamente al sesto, settimo e ottavo posto al mondo nella classifica delle nazioni con più abitanti. La Nigeria ha ormai superato i 200 milioni di persone, mentre tra dieci…

ETF BUBBLE

Tra i numerosi rischi sistemici da cui ci si dovrebbe proteggere, se non altro ricorrendo a strategie di gestione attive che consentano di prediligere un approccio market neutral, ne abbiamo uno di nuova concezione che ha iniziato a diffondere preoccupazione e timori nelle comunità finanziarie internazionali. Stiamo parlando dell’ascesa senza freni inibitori degli ETF in termini sia di prodotti che di masse gestite. Tanto per dare un metro di giudizio considerate che solo negli Stati Uniti ad inizio 2008 il denaro convogliato sugli ETF ammontava a circa 500 miliardi di dollari, mentre alla fine del 2018 eravamo già oltre…

QUALE FONDO SCEGLIERE

Tramite gli intermediari finanziarie ed il circuito bancario tradizionale in Italia sono collocati oltre diecimila fondi comuni di investimento, ognuno con una sua strategia di gestione, selezione titoli e track record delle performance maturate nel passato. Tutti questi fondi possono essere categorizzati attraverso varie modalità discriminatorie: per aree geografiche di appartenenza dei titoli che detiene il fondo, per la natura del titolo (ad esempio azionario oppure obbligazionario), per la modalità di gestione (flessibile, dinamica, bilanciata, direzionale e cosi via), per la valuta che denomina il NAV (euro, dollaro oppure altro), per la modalità di trattamento dei proventi e dividendi…

FONDI KNOCK OUT NEL 2018

Per tutta l’industria del risparmio gestito il 2018 può essere tranquillamente definito l’annus horribilis, addirittura peggiore del 2008, l’anno che vide fallire Lehman Brothers e diede avvio ad un quinquennio di instabilità e preoccupazioni finanziarie che non si vedevano da svariati decenni. Il 2018 è infatti più preoccupante del 2008 in quanto sostanzialmente quasi tutte le asset class hanno sottoperformato ed in taluni casi anche molto verso il finale dell’anno. Questo significa che né l’oro e né i titoli di stato dell’area euro sono stati in grado di produrre una rivalutazione del capitale investito. Il 2018 ha aperto il…

IL FONDO DEI NONNI

Quante volte vi hanno detto che bisogna investire nel mattone perchè rappresenta la migliore forma di investimento nel lungo termine, l’unica in grado di proteggere e rivalutare nel tempo la vostra ricchezza. Questo assunto rappresenta ormai un falso ideologico palesemente dimostrabile nella vita di tutti i giorni. Tanto per iniziare non vale in termini universali: dipende da cosa acquistate e soprattutto dove acquistate. A Miami i real estate agents hanno un motto che ripetono quasi come fosse un mantra: location, location, location. Questo è il segreto per realizzare investimenti immobiliari che nel tempo siano in grado di rivalutarsi significativamente….

IL CAPITALE CULTURALE

Una mitica sera di quindici anni mi trovavo a cena con alcuni amici di infanzia. La crisi finanziaria non si era ancora manifestata, la crisi immigratoria manco si sapeva che cosa fosse e soprattutto nessuno pensava che le due banche popolari venete sarebbero collassate nel giro di appena un decennio. All’epoca non avevo nessun seguito mediatico a livello professionale, né tanto meno avevo mai immaginato che lo avrei avuto negli anni successivi. Avevo intrapreso la folle strada (secondo alcuni) del trading online ormai da qualche anno, con la denigrazione praticamente di tutti, dopo aver terminato il tirocinio professionale per…

LA NUOVA GUERRA FREDDA

Se siete nati agli inizi degli anni Sessanta o anche durante i Settanta, avrete sicuramente memoria di quando sin dai primi anni di scuola elementare si sentiva parlare del pericolo e rischio di una esplosione atomica. Ricordo che nel mio caso in classe si fantasticava su chi avesse un rifugio antiatomico, di quanti milioni di lire costasse e a quanti kilometri ti dovevi trovare per sopravvivere in caso una nazione ostile avesse lanciato un missile nucleare. Erano gli anni della Guerra Fredda, un periodo storico in cui si contrapponevano due modelli di sviluppo economico tra di loro antitetici, il…

CRIOGENIZZARSI

La criogenica (cryogenics) è una branca della tecnologia moderna che si occupa di studiare la produzione e l’utilizzo pratico di temperature molto basse per svariate finalità. Quella che interessa maggiormente il genere umano è la criogenizzazione post mortem, la quale consente di arrestare la putrefazione del corpo e le sue funzioni vitali sottoponendo il corpo a temperature estremamente basse (meno 200 gradi Celsius) grazie a capsule di alluminio che contengono azoto liquido. Esiste un’azienda leader al mondo in questo settore, si trova in Arizona negli Stati Uniti e si chiama Alcor Life Extension Foundation. La location di questa impresa…

QUELLI DEL VIETNAM

Attenzione: per comprendere il senso di questo editoriale, bisogna leggerlo fino in fondo. Uno dei film più avvincenti e tragici creati da Hollywood per ricordare la guerra in Vietnam è Hamburger Hill, Colllina 937, prodotto nel 1987 sotto la regia di John Irvin, quest’ultimo più conosciuto cinematograficamente per aver diretto Codice Magnum con Arnold Schwarzenegger nel 1986. La trama del film è interamente ispirata a fatti realmente verificatisi, contrariamente invece a Platoon, Full Metal Jacket o Apocalypse Now i quali hanno ricostruito e messo in scena diverse azioni e teatri di guerra riprendendo la drammaticità di vita al fronte…